CARNEVALE DI TRIESTE, VINCE IL 26° PALIO IL RIONE DI SERVOLA DAVANTI A ROIANO E CITTAVECCHIA SAN GIUSTO

CARNEVALE DI TRIESTE, VINCE IL 26° PALIO IL RIONE DI SERVOLA DAVANTI A ROIANO E CITTAVECCHIA SAN GIUSTO

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO PER IL CORSO MASCHERATO CHE NONOSTANTE IL TEMPO INCERTO HA RICHIAMATO IN PIAZZA DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE

E MERCOLEDI’ 1 MARZO VA IN SCENA L’ATTO CONCLUSIVO: FUNERALI DEL CARNEVALE SONO PREVISTI SIA A SAN GIOVANNI CHE A SERVOLA

E’ il rione di Servola con “Ara come se vola a Servola” a vincere – per la quarta volta – il Palio di Trieste. Secondo posto per Roiano con “Re e Regine alla corte di Re Artù”. Terzo posto per Cittavecchia San Giusto con il tema “Pan”. Grande successo per il Corso Mascherato che, nonostante il tempo incerto, ha richiamato in piazza decine di migliaia dipersone. Partito alle 14 da piazza Oberdan per concludersi – salutato da due ali di folla – in piazza Unità passando attraverso via Carducci, via Reti, via Imbriani e Corso Italia per sfociare in piazza dell’Unità d’Italia, il corteo composto da oltre 2000 tra maschere e bande, appartenenti ai rioni o iscritte singolarmente, ha visto presente come ospite in rappresentanza del Carnevale Carsico Borgo Grotta Gigante che con il tema “La cheba – il nuovo regime differenziato” si è piazzato al nono posto nella sfilata di Opicina. A sfidarsi per il Palio di Trieste sono stati (in ordine di sfilata) i rioni di Barriera Vecchia, San Giovanni, Cologna, Valmaura accompagnata dalla banda I Viking, Cittavecchia San Giusto, Servola con la Banda Refolo, Roiano con la Filarminica di Santa Barbara e Borgo San Sergio.

A aprire il festoso e colorato corteo, dopo il Gonfalone con il simbolo del Carnevale di Trieste, La Vecia Trieste, che da due anni è la banda ufficiale del Carnevale di Trieste. Presente anche la Banda Berimbau che per l’occasione ha proposto un brano inedito scritto apposta per il Carnevale 2017 secondo le regole dei samba-enredo, protagonisti in questi giorni al sambodromo di Rio de Janeiro intitolato “Daghe de Bora”, testo rigorosamente in dialetto triestino composto da scritto da Alessandro Benni Parlante, fondatore e presidente della Banda Berimbau e arrangiato dal direttore artistico, Davide Angiolini.

Tra i gruppi iscritti più numerosi e appariscenti, si segnalano i Gnampoli con la Carica dei 101 scarsi e le Pedocine 2.0 con brandine, asciugamani, accappatoi e un’ospite canora: un’improbabile Orietta Berti.

A valutare le maschere, presentate al loro passaggio dallo speaker ufficiale, Maurizo Testi, è stata una giuria qualificata composta da addetti ai lavori tra sarte, costumiste, coreografi, attori, autori e registi teatrali.

A premiare i primi tre rioni classificati, mentre i restanti premi a singoli e gruppi, adulti e bambini verranno consegnati in una successiva data che verrà comunicata a mezzo stampa, sono stati il Vicesindaco di Trieste, Pierpaolo Roberti, gli assessori comunali alla Comunicazione, Serena Tonel e al Turismo e Promozione del territorio con delega al Carnevale, Maurizio Bucci, il Presidente, Roberto de Gioia e il Vicepresidente del Comitato di Coordinamento per il Carnevale di Trieste e del Palio cittadino, Paolo Zini.

Roberti ha rivolto un ringraziamento agli organizzatori, ai componenti di tutti i rioni e in special modo alle decine di migliaia di triestini che hanno riempito prima le vie della città e poi la piazza: “è uno spettacolo – ha detto – vedere una città così piena di gente e una piazza così viva e colorata ed è grazie a voi che è possibile questa festa: complimenti al rione che ha vinto e un bravo a tutti gli altri”.

Tonel ha voluto ringraziare chi lavora per mesi per offrire questo spettacolo coloratissimo e vivacissimo: “vi voglio abbracciare tutti perché da qui siete bellissimi” e ha rivolto un augurio di buon Carnevale a tutti.

Bucci ha definito emozionante come Trieste abbia saputo come sempre rispondere a questo appuntamento: “siamo una squadra che garantisce il massimo impegno per offrire il meglio al pubblico di questo evento – ha detto – con un entusiasmo che spero ci riconosciate” e ha dato infine appuntamento alla prossima edizione.

Un Carnevale che anche in questa 26esima edizione – ha affermato de Gioia – è riuscito benissimo e nonostante le previsioni meteo avverse non è piovuto: grazie pertanto a tutti coloro i quali hanno lavorato per la perfetta riuscita di questo evento e un sentito ringraziamento in particolare all’Amministrazione comunale che lo co-organizza e agli sponsor istituzionali e privati che rendono possibile tutto questo. La collaborazione con l’assessore Bucci è lunga e proficua e nei prossimi anni sicuramente faremo anche di più”.

Dopo le premiazioni, la festa è proseguita con la festa in piazza con la musica del dj Mauro Manni e l’animazione affidata al Gruppo Zumba & Salsation Trieste: sul palco sono salite poi tutte le bande per esibirsi a rotazione.

La registrazione della sfilata andrà in onda su Tele Antenna (Canale 665 del digitale terrestre) giovedì 2 marzo alle ore 21.00, venerdì 3 marzo alle ore 14.15, sabato 4 marzo alle ore 23.55 e domenica 5 marzo alle ore 16.30.

In serata, la festa si è trasferita in piazza Ponterosso al Pane Vino e San Daniele, dove si è tenuto il Veglione di Carnevale con lo Staff Te-Ghe-Da-Ciò “802016 Trieste, la Città che balla”. A Servola, sempre più, come da secolare tradizione, il paese del Carnevale, si è fatto festa alla trattoria Bella Trieste dov’era in programma il Veglione con l’Orchestra “Andè casa dei” e musica dal vivo anche al Circolo Falisca, al buffet L’Alibi e alla Spaghetti House (anni ’80) prima della veglia funebre di Cornelio per le vie del rione.

Questa la classifica finale completa:

1 Servola: “Ara come se vola a Servola” 9974

2 Roiano: “Re e Regine alla corte di Re Artù” 9955

3 Cittavecchia San Giusto: “Pan” 9792

4 Valmaura: “Valmaura riscopre le Americhe” 9172,5

5 Cologna: “Al fuocooooo!! Al fuocooooo!!” 8516,5

6 Barriera Vecchia: “Barcolada de febbraio” 7925

7 Borgo San Sergio: “Favole per i fioi e… per i veci” 7061,5

8 San Giovanni: “Trieste …el bunigolo del mondo!” 5797

Ultimo spettacolare atto del Carnevale, sarà il Mercoledì delle Ceneri con i rituali Funerali che si tengono sia a Servola che a San Giovanni. A Servola, il Corteo funebre accompagnato dalla Banda Refolo partirà alle 15.30 con moglie, amante e figli addolorati per concludersi con il consueto e pittoresco Rogo. A San Giovanni le Esequie si terranno invece dalle ore 14.30, con l’apertura della Camera ardente al Centro commerciale “ilGiulia”, dove alle 15.00 si canteranno Canzoni triestine in allegria con Le Canterine della Pro Senectute e la maestra Marisa Montali. A seguire, alle 15.30 il Gruppo ProPoste teatrali dell’associazione “L’Armonia” presenterà “4 salti in barella”. Seguirà alle 16.15, sempre a “ilGiulia”, l’Addio al Carnevale con il Rogo finale.

Trieste Trasporti S.p.A. informa che, in occasione del Carnevale, il servizio subirà delle variazioni ai percorsi.

Mercoledì 1° marzo

SERVOLA

Chiusura al traffico di via Soncini dalle 15:00 alle 18:00 (“funerale del Re Carnevale”). La linea 29 limiterà a ponte Soncini e la linea 8 sarà regolare.

SAN GIOVANNI

Dalle ore 14:00 circa, temporanee chiusure da p.le Gioberti per viale Sanzio – rotonda del Boschetto – Il Giulia per il “corteo funebre del Carnevale”.

Per tutte le informazioni e gli aggiornamenti in tempo reale sul Carnevale 2017, sono attivi anche quest’anno il sito internet, online all’indirizzo www.carnevaletrieste.it, dove reperire tutte le informazioni e il gruppo facebook Il Carnevale di Trieste con foto e notizie.

Il Carnevale di Trieste si tiene in co-organizzazione con il Comune di Trieste, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, grazie alla collaborazione di Trieste Trasporti e AcegasApsAgma e con il contributo della Fondazione CRTrieste.

Il Presidente del Comitato di Coordinamento per il Carnevale di Trieste e del Palio Cittadino

Roberto de Gioia

Ufficio stampa dell’evento: Gianfranco Terzoli cell. 3388313036